giovedì 30 Maggio, 2024
17.4 C
Firenze

Ultimi articoli

CHINGOTTO GALAN E BREA GONZALEZ VINCONO A SIVIGLIA

Da Bruxelles a Siviglia, esultano ancora loro. Fede Chingotto e Ale Galan nel tabellone maschile, Delfi Brea e Bea Gonzalez in quello femminile

UOMINI Proprio in Venezuela si era vista per la prima volta la coppia Chingotto-Galan (subito soprannominati ‘Chingalan’), che ci hanno messo poco tempo per diventare una ‘pareja’ di altissimo livello. Nella finale all’Estadio de la Cartuja – dove sono stati 35mila gli spettatori in una settimana – erano stati Franco Stupaczuk e Martin Di Nenno (alla prima finale stagionale) a partire forte con un break nel quinto game: il controbreak è arrivato sul 5-5, con Chingotto e Galan che hanno avuto un set point sul 6-5 ma hanno comunque portato a casa il set al tiebreak con una volée di un Chingotto impressionante. Una palla break per parte nei primi due game del secondo set, ma l’allungo decisivo è arrivato sul 2-1, con Galan che è salito di livello con il passare della partita fino a diventare quasi ingiocabile. “Grazie a tutti per essere stati qui oggi – le parole di Galan, mvp del torneo –. Stiamo lavorando al massimo per far funzionare questa coppia. Complimenti a Fede, ma complimenti anche a Franco, Martin e al loro allenatore Carlos Pozzoni. Noi siamo riusciti a vincere il torneo anche con la forza di Fede, la forza di Jorge Martinez, il nostro coach. E ci tengo a ringraziare anche mia madre, perché oggi è la festa della mamma ed è grazie a lei che sono qui. Una settimana fantastica, grazie di cuore”. “Anche io voglio salutare mia madre e tutte le mamme – ha aggiunto Chingotto –. Siamo super felici, anche perché abbiamo vinto contro due rivali incredibili come Franco e Martin, contro cui gioco da quando ho 11 anni. Ma con l’animale che ho accanto a me sono tranquillo. Continueremo a lavorare insieme per migliorare”. Chingotto e Galan sono la quarta coppia nel 2024 a vincere un torneo senza perdere un set (come rilevato dal FIP Research & Data Analysis Department): era successo a Coello/Tapia ad Acapulco, a Josemaria/Sanchez a Riyadh e a Brea/Gonzalez a Puerto Cabello.

DONNE Se la finale maschile, terminata 7-6 6-4, è durata un’ora e 54’, Delfi Brea e Bea Gonzalez ci hanno messo soltanto un’ora e 12 minuti per battere con un doppio 6-1 le numero 1 del mondo Paula Josemaria e Ari Sanchez. Dopo la rimonta incredibile di ieri in semifinale contro Alejandra Salazar e Tamara Icardo, Brea e Gonzalez hanno dominato il match contro le spagnole, regalandosi il terzo titolo consecutivo. Un titolo speciale per Bea Gonzalez, nata proprio in Andalusia, a Malaga: “Avevo tanta voglia di tornare a giocare qui in Spagna – ammette Bea, mvp del tabellone femminile –. A rendere tutto più bello è il fatto di aver vinto il torneo: vorrei ringraziare tutto il team e permettetemi di dedicare questa vittoria a mia madre, visto che oggi è la festa della mamma e la mia soffre sempre da casa”. Grande gioia per questo ennesimo successo anche per Delfi Brea: “La verità è che penso che sia stato un torneo di bassi e di alti – ammette l’argentina –. Ma sapevamo che oggi avremmo dovuto giocare al cento per cento e lottare. Oggi siamo state una grande squadra, ma lo siamo state tutta la settimana: ieri avevamo praticamente perso e l’abbiamo risollevata. Abbiamo saputo approfittare delle opportunità che abbiamo avuto. Sono molto felice, grazie a tutti davvero per questa settimana indimenticabile: qui è stato uno spettacolo davvero, adesso ci vediamo a Malaga”.

Prima di tornare in Spagna, con il P1 di luglio, però, il circuito Premier Padel si sposterà di nuovo in Sudamerica per tre tappe: il P2 di Asuncion (13-19 maggio), il P1 di Mar del Plata (20-26 maggio) e il P1 di Santiago (27 maggio-2 giugno).

 

ARTICOLI RECENTI

da non perdere

Resta in contatto

Inserisci la tua email per essere sempre aggiornato sulle ultime novità!