mercoledì 19 Giugno, 2024
28.8 C
Firenze

Ultimi articoli

SPOSTA NON CANCELLARE… SI MA A QUANDO…?

Si spacca il dibattito sul mondo dei matrimoni e degli eventi in Italia. Se la frase “SPOSTA NON CANCELLARE” è diventato il mantra che tutte le aziende del settore ripetono (e che la quasi totalità degli sposi sembra aver abbracciato) dall’altro ci si interroga sulle modalità con cui gli eventi potranno essere gestiti fino al termine dell’emergenza.

L’incertezza e il caos di comunicazione di questi mesi sicuramente non sono stati di aiuto: come conciliare le necessità di un ricevimento di nozze (in termini di servizio e gestione degli spazi) con le possibili regolamentazioni per la distanza di sicurezza e l’igiene dei cibi? Impossibile pensare a precauzioni da ristorante coreano con barriere di plexiglas ad isolare gli ospiti (ricordiamo che un investimento del genere da parte delle aziende di settore provocherebbe immancabilmente l’effetto della pioggia sul bagnato) così come pensare di aumentare le distanze tra gli ospiti (i 60 cm di distanza tra un commensale e l’altro considerati canonici dal galateo).

 

Un ragionamento che va ad estendersi anche alle preparazioni espresse realizzate in cucina: sono poche le location che mettono a disposizione ambienti interni da attrezzare o già attrezzati per la preparazione espressa dei piatti per il ricevimento. Diventa ingenuo di conseguenza (per non dire folle, ci permettiamo) pensare di mantenere distanze e implementare le già rigide normative HACCP quando si tratta di “cucine da campo” allestite sotto un gazebo.

 

 

E mentre il margine di tempo si va assottigliando con il protrarsi della quarantena e lodevoli iniziative di raccolte firme per cercare l’attenzione di uno Stato  non ben capace di gestire tutte le problematiche legate alla drastica soppressione indotta del turismo in Italia, sono molte le coppie (italiane ma soprattutto straniere) che alla luce dei fatti decidono di spostare il loro evento direttamente al 2021.

 

Anche il punto di vista economico non è assolutamente trascurabile in questo momento di incertezza: il matrimonio per molti, oltre che un sogno, è anche un “investimento” e non di poco conto. In quanti vorrebbero anteporre il risultato sognato per anni, orchestrato con l’aiuto di wedding planner e fornitori di ogni settore con qualcosa che nemmeno lontanamente potrebbe avvicinarsi al risultato in questa situazione di contingenza imposta?

 

 

Grande o piccolo che sia il budget o l’aspirazione, la soluzione dei molteplici problemi legati a questo settore di eccellenza italiana rimane ancora una visione lontana.

Perché nessuno vuole avere foto ricordo con mascherine e l’impossibilità di poter abbracciare le persone care in un giorno che simboleggia per tradizione l’unità e la vicinanza.

#matrimonio2020 #matrimoniocivile #matrimonioreligioso #catering #ricevimento #evento #turismo #coronavirus #weddingplanner

ARTICOLI RECENTI

da non perdere

Resta in contatto

Inserisci la tua email per essere sempre aggiornato sulle ultime novità!