lunedì 24 Giugno, 2024
19.6 C
Firenze

Ultimi articoli

TAMPONI COVID: BOOM DI RICHIESTE

Tamponi Covid – Il ministro Franceschini preoccupato per la tenuta delle ASL chiede misure più stringenti.

IL PENSIERO DI CHIARA

Tamponi Covid: boom di richieste le ASL non reggono! Fatemi capire. Si chiude perché le ASL non riescono a fare tutti i tamponi richiesti?

Situazione scuola: per un banale raffreddore devi fare il tampone per essere riammesso: boom di richieste di tampone, tuttora inevase con conseguente ricorso alla sanità privata.

La sanità pubblica non regge il peso delle richieste di tampone. La chiusura quindi non salva la vita a nessuno e non c’è un reale aumento di morti per chiedere tali misure.

A cosa serve allora un nuovo lockdown? A permettere alla sanità di recuperare i ritardi. I cittadini continuano a pagare le tasse e ad avere sportelli chiusi, reparti off limits, ambulatori a singhiozzo.

Tutto per agevolare la monitorizzazione della situazione Covid e la ASL non ce la fa???

Se questa fosse una manovra governativa per promuovere il ricorso alla sanità privata e dismettere buona parte della sanità pubblica, spero e mi auguro che abbiano almeno la decenza di diminuire le tasse.

Si chiede ad una famiglia di sostenere il costo di un tampone, mediamente € 75,00, per rimandare i bambini a scuola dopo un banale raffreddore.

Si chiede agli adolescenti di sopportare di nuovo la didattica a distanza perché è un problema per i mezzi di trasporto pubblico garantire il distanziamento.

Questi signori hanno avuto mesi per prepararsi alla riapertura delle scuole. Mesi nei quali gli uffici sono stati chiusi in apparente smart working, parecchio smart e poco working. 

A proposito… Presidente Giani, quando potremo avvalerci dei TAMPONI RAPIDI per i quali ha firmato l’ordinanza il 12 ottobre scorso…? 

Siamo sicuri che gli incivili siano gli italiani? 

Chiara Pelagotti

ARTICOLI RECENTI

da non perdere

Resta in contatto

Inserisci la tua email per essere sempre aggiornato sulle ultime novità!