lunedì 24 Giugno, 2024
19.6 C
Firenze

Ultimi articoli

PORSCHE CARRERA CUP ITALIA: ROUND 2 – MISANO WORLD CIRCUIT

Gianmarco Quaresmini domina la gara piú spettacolare e rocambolesca della stagione, seguito da Iaquinta, Fumanelli e un ottimo Skaras.

Gara entusiasmante, ricca di sorpassi, emozioni,  adrenalina e una buona dose di nervosismo quella appena conclusasi al Misano World Circuit. Fin dalla partenza è parso subito chiaro a tutti che il movimento non sarebbe mancato.

Scatta bene Moretti dalla pole, mentre David Fumanelli sbaglia la partenza come in gara uno e viene immediatamente attaccato da Cerqui e da Iaquinta, ma dopo soli 40 secondi ecco l’annuncio della safety car.

Alle spalle dei primi in griglia, è Scannicchio che conclude la sua gara a pochi metri dal via schiantandosi nel muretto che delimita il rettilineo.

Alla partenza l’auto di Parisini resta quasi ferma e Scannicchio la evita all’esterno, mettendo però le ruote fuori pista in piena accelerazione.

Si innesca cosi un forte sovrasterzo che porta l’auto verso il centro della pista e contro la vettura di un incolpevole Parisini, prima di fermarsi al muro.

Pochi minuti bastano per pulire la pista e ripartire, con Moretti al comando seguito da Cerqui, Fumanelli, Quaresmini,  Monaco e Iaquinta.

Pochi secondi ed è subito bagarre, con Quaresmini che si prende la terza piazza ai danni di Fumanelli, che perde colpi e posizioni sfilato anche da Monaco e da Iaquinta.

Un errore di Monaco riconsegna la posizione a Fumanelli,  ma il giovane pilota rimedia con autorevolezza infilando con decisione il pilota di Q8 Hi Performance alla staccata della rio 2.

In testa Cerqui è autore di un gran duello con Moretti e Quaresmini: sarà proprio quest’ultimo a prendere la testa della corsa mentre un coraggiosissimo Moretti, finisce in testacoda tentando un sorpasso azzardato su Alberto Cerqui.

La tempesta in pista si arresta a 17 minuti dal termine, quando il povero Martini si schianta a folle velocità sulle gomme, proprio a ridosso del punto più veloce del circuito.

Gran botta, per fortuna senza conseguenze, ma che obbliga a scendere in pista nuovamente la safety car e,  poco dopo, a sospendere la gara per permettere la rimozione dell’auto di Martini.

Qualche minuto ai box per rinfrescarsi e dissetarsi, poi la ripartenza con Quaresmini al comando, seguito da Cerqui, Iaquinta, Monaco, Fumanelli e Skaras, per gli ultimi 10 minuti più un giro.

Quaresmini prende subito margine,  approfittando del duello per la seconda posizione, con Iaquinta e Cerqui che si rallentano a vicenda.

Monaco, alle loro spalle, assiste intelligentemente al duello e alla prima occasione infila entrambi con una manovra precisa.

Poche curve ed è Iaquinta a sopravanzare Monaco,  lasciandolo tra le grinfie di Cerqui che è deciso a prendersi il podio con ogni mezzo.

Ed è proprio all’ultimo giro che Cerqui esagera tamponando Monaco spedendolo fuori, beccandosi, però, 25 secondi di penalità.

La gara si conclude cosi, con Quaresmini sempre piú saldamente in testa alla classifica che conquista ogni punto disponibile in questo weekend, seguito da Iaquinta, Fumanelli e dal giovane Skaras, finalmente competitivo.

Decimo a causa della penalità Alberto Cerqui,  che con meno foga avrebbe sicuramente concluso meglio il suo week end.

Randazzo, Galassi e Locanto occupano i primi tre posti in Michelin Cup, mentre Scarpellini, Biolghini e Donzelli completano il podio della Silver Cup.

Che dire, una gara bomba, piena di colpi (non solo di scena),  proprio quello che ci piace vedere.

Il prossimo appumtamento della Carrera Cup è fissato per il 29 e 30 agosto all’autodromo di Imola.

Daniel Rottigni

ARTICOLI RECENTI

da non perdere

Resta in contatto

Inserisci la tua email per essere sempre aggiornato sulle ultime novità!