lunedì 24 Giugno, 2024
21.4 C
Firenze

Ultimi articoli

CORONAVIRUS – I CONTAGI IN VERSILIA PER I VACANZIERI DEL WEEKEND … O PER IL CARNEVALE DI VIAREGGIO?

Viareggio 25 Febbraio 2020 va in scena l’ultima sfilata del Carnevale 2020. Nessuna paura per il Coronavirus da parte di Regione e Protezione Civile, nonostante al nord questo tipo di manifestazioni siano state annullate 24 ore prima, solo le precauzioni che tutti dovrebbero seguire: lavarsi spesso le mani, evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute (in mezzo a tutte le persone presenti sul lungomare…?), non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani.

Il Carnevale di Viareggio ogni anno porta alla sua Fondazione un cospicuo utile, infatti la sfilata di Domenica 23 Febbraio ha registrato un incasso di oltre 500mila euro raggiungendo e superando i 2,6 milioni di euro del pareggio di bilancio, al quale ovviamente dovranno aggiungere i proventi del 25 Febbraio.

Intanto il Governatore del Veneto, Zaia, due giorni prima aveva già firmato con il ministro Speranza la sospensione di tutte le manifestazioni a carattere pubblico o privato ludico e sportivo, Carnevale di Venezia compreso (dalle ore 24 del giorno 23 Febbraio), la chiusura delle scuole e dei musei.

In alcuni comuni della Lombardia, Veneto e dell’Emilia Romagna venivano presi gli stessi provvedimenti, e in Piemonte veniva annullato lo storico carnevale di Ivrea; i comuni di Codogno (Lombardia) e Vo’ (Veneto) erano stati completamente isolati dal 22 Febbraio.

Il Carnevale sfila, con tanto di dirette di varie TV locali e anche da RAI3, con cappello iniziale del commentatore riguardo alla preoccupazione del contagio da Coronavirus che sottolinea però l’esigenza “di dare un segnale di normalità” mentre la telecamera inquadra le migliaia delle persone presenti sulla passeggiata di Viareggio… quante di quelle persone erano potenzialmente asintomatiche per il contagio? Nessuno può saperlo ovviamente ma dopo 13 giorni dal 25 Febbraio, il 9 Marzo, il Governatore della Toscana Enrico Rossi lancia un appello dalla sua pagina Facebook: “Chi è venuto in Toscana per fuggire dalle zone rosse ritorni a casa sua. Fa un gesto di responsabilità nei propri confronti, per la propria salute e anche nei confronti della salute della collettività. Grazie”. I dati infatti fanno rilevare che il numero maggiore dei contagi in Toscana è proprio nelle ASL Nord Ovest.

Il fatto evidente che proprio nella zona della Versilia ci siano più contagi è solo dovuto al fatto dei vacanzieri? A distanza di 13/15 giorni dall’ultima sfilata del Carnevale… le persone che sono arrivate a Viareggio per assistere a questo bellissimo spettacolo non venivano da tutta Italia, nord compreso? In quei giorni non era stata ancora imposta nessuna restrizione di uscita dai proprio comuni di residenza…

ARTICOLI RECENTI

da non perdere

Resta in contatto

Inserisci la tua email per essere sempre aggiornato sulle ultime novità!