lunedì 27 Maggio, 2024
28 C
Firenze

Ultimi articoli

PIANETA MAMME & BAMBINI – LA RICERCA DELLA GRAVIDANZA

Pianeta Mamme & Bambini continua con gli approfondimenti della nostra amica Ostetrica Lucrezia: la ricerca della gravidanza

“Sono due anni che proviamo e ancora non ci siamo riusciti!”

Tante donne diverse, tante coppie differenti, tante situazioni. Mi trovo spesso a parlare con donne e coppie che mi contattano perché sono alla ricerca di una gravidanza che ancora non è arrivata.

Altre volte mi trovo a seguire coppie che si aspettavano di iniziare a cercare un concepimento e di metterci molti mesi per un risultato ed invece al primo tentativo il test è risultato positivo e che sono anche un po’ sconcertate in realtà per esserci riusciti così “in fretta”.   

Il concepimento non è evento che avviene banalmente, è l’incontro non poco complesso di due componenti totalmente differenti degli individui umani: la donna con la sua cellula uovo – che una volta liberata dal follicolo vive per circa 24 ore all’interno del corpo femminile per poi riassorbirsi – e l’uomo con i suoi spermatozoi che nuotano fino ad arrivare all’ovulo per concepirlo.

Ma se proprio vogliamo essere puntigliosi, non è nemmeno così immediato perché sono innumerevoli i fattori che possono ostacolare questo incontro che è il primissimo istante dell’inizio della nuova vita.

Quando si riscontrano difficoltà nella ricerca di una gravidanza, il nostro occhio critico comunemente – ma erroneamente – si concentra sulla “incapacità” della donna nel rimanere incinta! Ma che gravissimo sbaglio che facciamo. Sappiamo infatti che nei casi in cui una coppia non riesca a concepire le cause sono più o meno legate a queste percentuali: per il 20% dei casi legate alla coppia, per il 40% a cause femminili e per l’altro 40% a cause maschili. (Fonte: Tavolo consultivo in materia di tutela e conoscenza della fertilità e prevenzione delle cause di infertilità. MINISTERO DELLA SALUTE)

La ricerca della gravidanza: un percorso di coppia

gravidanza La ricerca di una gravidanza deve essere un percorso di coppia che analizza non solo gli aspetti clinici degli individui, ma che osservi la persona nella sua totalità. Le cause maggiori che hanno portato alle aumentate difficoltà nella ricerca di un figlio sono fortemente legate agli aspetti sociali e allo stile di vita, completamente diverso da quello di 20 anni fa.

Una coppia si definisce “infertile” quando dopo un anno di rapporti sessuali completi non protetti e regolari non si è ancora instaurata una gravidanza.

Ma fermi tutti, come vi dicevo proprio sopra, le condizioni adatte perché si presenti una gravidanza vanno anche create e ricercate. Non datevi per vinte e siate curiose, cercate, informatevi e soprattutto rendetevi consapevoli delle possibilità che avete intorno.

Sei alla ricerca di una gravidanza o stai iniziando a pensarci? Non sarebbe un errore cominciare prima da te stessa/o!

Come puoi fare? Prendi contatto con un’ostetrica e inizia un percorso di riequilibrio del corpo e di consapevolezza. Scoprirete quanti innumerevoli strumenti potrete utilizzare per imparare a conoscere i segnali che il vostro corpo vi darà ciclicamente e come aiutarvi nel leggere quello che vi comunica.

Lucrezia Torrini

Hai domande per le nostre esperte? Scrivi nei commenti all’articolo o sulla nostra pagina Facebook i tuoi dubbi e gli argomenti che vorresti fossero trattati. Ti aspettiamo!

RIPRODUZIONE RISERVATA

 

ARTICOLI RECENTI

da non perdere

Resta in contatto

Inserisci la tua email per essere sempre aggiornato sulle ultime novità!